Lampade da Terra - Moderne o Classiche

Quello che rende uniche le lampade da terra è senz’altro la loro mobilità. Possono essere spostate a nostro piacimento in qualsiasi ambiente, a condizione che ci sia una comunissima presa di corrente vicina ad alimentarle. Sono più comunemente usate per illuminare case, uffici e locali commerciali come ristoranti e bar.

Per produrre le lampade da terra sono utilizzati una varietà di materiali. I più utilizzati sono il metallo e il vetro. Il metallo è utilizzato per la base e l’asta che va a sorreggere il diffusore in vetro.

Quasi tutti gli ambienti di casa sono adatti a ospitare una lampada da terra. In salotto si possono mettere vicino ai divani per illuminare in modo confortevole l’ambiente mentre guardiamo la TV. Molto utili per la lettura serale in poltrona sono quelle a due luci; una più in alto che illumina in modo generale l’ambiente e l’altra che illumina il vostro libro o giornale. In sala si possono usare durante una cena speciale, la posto dei lampadari per creare un ambiente più caldo o romantico. In camera da letto sono usate in alternativa a lampadari o lampade da parete. Sono utilissime in molte occasioni. Se stiamo visionando carte o documenti sul tavolo della nostra sala o tinello e la luce dal soffitto non è sufficiente, possiamo semplicemente avvicinare la nostra lampada da terra.

La categoria delle lampade da terra ad arco merita qualche parola in più. La prima è più famosa è la Lampada Arco della Flos creata nel 62’ da Achille Castiglioni. Da allora questo concetto di lampada è stato ripreso da molte altre aziende per produrre modelli simili. Le lampade ad arco sono utilizzate in moltissimi ambienti sia per ragioni estetiche sia pratiche. Infatti, quando il decentramento di un tavolo, una scrivania, una poltrona in una stanza non permette che una lampada a sospensione possa illuminarli, la lampada ad arco risolve il problema. L’arco sviluppato da molte di queste lampade può raggiungere quasi i tre metri di campata, scendendo al centro di un tavolo senza che la base sia d’intralcio. Per evitare che cada la lampada, la base è abbastanza pesante da resistere al peso di leva che esercita l’arco.

Una caratteristica importante che hanno molte lampade da terra è la possibilità di variarne l’intensità della luce. Questo è possibile perché viene inserito sul cavo di alimentazione un variatore. Ha spesso la forma di una piccola scatola di plastica con sopra un cursore. Può anche essere installato direttamente sulla lampada e azionato con una piccola manopola che fa anche da interruttore. Il variatore non è altro che un potenziometro; cioè un variatore di potenza della corrente che arriva alla lampada. Attenzione, anche se la lampadina es. di 100 watt è regolata al minimo, si consumano comunque tutti i 100 watt di potenza nominale della stessa. Quindi, nessun risparmio.

Le lampade da terra possono essere sia moderne che classiche.

In commercio sono in vendita un’infinità di lampade da terra moderne. Ci sono quelle semplicissime ed economiche con solo una semplice asta con vetro illuminato e lampade con strutture di materiali innovativi o decorate con accessori di pregio. Per produrre lampade moderne design di forme geometriche astratte, come quelle prodotte da note aziende come Artemide o Flos, spesso sono utilizzati materiali come resina e polipropilene o altri materiali plastici. I prezzi di queste lampade sono rapportati non solo ai materiali utilizzati, ma al lavoro di design e progettazione in alcuni casi svolti da designer di fama globale. Le lampade moderne più decorative vengono decorate con cristalli strass o vetri di vari colori.

Nel caso di lampade con il diffusore in metallo o vetro rivolte verso l’alto, l’illuminazione è data dalla luce riflessa dalla vicina parete e dal soffitto. Queste montano spesso potenti lampadine alogene che illuminano bene, ma consumano tanto. Oggi le lampade alogene si possono sostituire con lampadine fluorescenti compatte o a LED con lo stesso attacco.

Le lampade da terra classiche possono essere a una o più luci e diffusori. La struttura di queste lampade è di diverse lavorazioni. Ci sono lampade da terra in ferro battuto con foglie e fiori, o in legno tornito e cesellato decorate in foglia oro o argento. Per quelle a una luce si usano paralumi in stoffa, pergamena o vetro. I paralumi in vetro Tiffany sono tra i più belli e costosi nonostante siano prodotti quasi tutti nel sud-est asiatico. Sono prodotti rilegando tra loro con il piombo, vetri di diverso colore. I classici paralumi in stoffa sono tra i più usati ed economici. Una volta usurati o macchiati si possono rifoderare o buttare via per comprarne di nuovi. Esistono paralumi classici in tessuto liscio o plissettato, con la classica forma a tronco cono o cilindrica. Se volessimo abbinare lampade da terra e tendaggi possiamo semplicemente far rifoderare il paralume dello stesso tessuto.